sport-385-1-foc.jpeg
cir-magione-white
cc_logo_2021_min-1r
speed-kills
rfweb

CBR 600 RR AMA MIGUEL DUHAMEL’S

2023-10-12 12:54

Array() no author 4745

CBR 600 RR AMA MIGUEL DUHAMEL’S

CBR 600 RR AMA MIGUEL DUHAMEL’S     Miguel Duhamel ha vinto 86 nazionali di corse su strada AMA, più di qualsiasi altro pilota nella storia di questo

 

 

 

CBR 600 RR AMA MIGUEL DUHAMEL’S 

 

 

 

thumbnail-364x204.jpeg

Miguel Duhamel ha vinto 86 nazionali di corse su strada AMA, più di qualsiasi altro pilota nella storia di questo sport. Ha guidato questa Honda CBR600RR, esposta nel Museo AMA Motorcycle Hall of Fame, ottenendo 12 di quelle vittorie, guadagnandosi titoli AMA Formula Xtreme consecutivi nel 2004 e nel 2005.

La Formula Xtreme è durata 12 anni, dal 1997 al 2008. Le regole tecniche erano liberali, rispetto a quelle di alcune altre classi basate sulla produzione, con il risultato finale di iscrizioni di otto produttori, ognuno dei Big Four giapponesi: Honda, Kawasaki, Suzuki e Yamaha, oltre a BMW, Buell, Ducati e Triumph.

Dopo sette anni di competizioni nella classe aperta, nel 2004 il limite di cilindrata per le macchine a quattro cilindri è stato ridotto a 600 cc. Airbox, telai e forcelloni di serie erano obbligatori, ma, analogamente alle Superbike di quell'epoca, le macchine di fabbrica, come questa Honda, erano all'avanguardia. Nessuna spesa, vista o invisibile, è stata risparmiata.

"Erano Superbike da 600 cc, piuttosto speciali", ha detto Duhamel.

Verso la fine del processo di sviluppo, la Honda riportò una potenza massima di oltre 140 cavalli. In confronto, una CBR600RR di quel periodo produceva circa 100 cavalli alla ruota posteriore.

"Con Honda, è sempre stato motivo di orgoglio estrarre la massima potenza da qualsiasi motore", ha affermato Duhamel. “Hanno dato il massimo, quindi non sarei sorpreso da questi numeri. Era davvero una piccola bici fantastica.

Duhamel ha vinto 32 gare AMA Superbike e, nel 1995, il titolo della classe regina, che lo legano al quarto posto assoluto nella lista delle vittorie di tutti i tempi per quella categoria. Ma su una 600, all’epoca uno dei segmenti più popolari di tutto il motociclismo, il franco-canadese rappresentava senza dubbio una minaccia ancora più grande.

"I miei tempi sul giro sulla 600 con pneumatici DOT - CBR600F2 e CBR600F3 [predecessori di CBR600F4/F4i e CBR600RR] - erano così vicini ai tempi della Superbike", ha detto. "Ai tempi di Smokin' Joe, chiedevo alla Honda: 'Metti un motore Superbike nella 600. Cerchiamo di essere davanti alla curva', praticamente quello che stanno facendo oggi."

Duhamel, che è stato inserito nella AMA Motorcycle Hall of Fame nel 2016, è uno dei soli tre piloti - Kurtis Roberts e Josh Hayes sono gli altri - a vincere due volte il titolo di Formula Xtreme. Nel 2004 e nel 2005, è arrivato primo o secondo in ogni gara, scambiando vittorie con il compagno di squadra Honda ufficiale Jake Zemke.

"L'ultima gara a Road Atlanta nel 2005 è stata epica", ha detto Duhamel. "Jake e io abbiamo ancora la pelle d'oca guardandolo."

I motori Honda CBR600RR hanno equipaggiato tutte le moto del campionato mondiale Moto2 dal 2010 al '18. Il detentore dei diritti della serie Dorna ha affermato una potenza relativamente modesta di 125 cavalli a 16.000 giri al minuto.

"Ho sentito che la Moto2 era fortemente basata su quelle moto di Formula Xtreme che abbiamo sviluppato in America", ha detto Duhamel. "Erano il modello."

c112a3a78506b10f2b80775e15f292fe.jpegduhamel_honda_cbr600rr_2003.jpeg